martedì 19 dicembre 2006

Un segno sulla macchina


“Buongiorno, dovrei assicurare il mio autoveicolo”
“Di che segno è?”
“L’autoveicolo?”
“Lei lei!”
“Leone, ma perché?”
“Ascendente?”
“Chi? Il leone? C’è anche un leone discendente?”
“Non faccia lo spiritoso o la metto bilancia che è la classe peggiore”
Pensavate fosse finita vero? Le compagnie assicuratrici valutano il vostro rischio ambientale in base ai parametri più morbosi. La professione, l’età, il sesso, il luogo di residenza, il tempo dedicato alle attività speleologiche nasali e via discorrendo. Manca solo un test di intelligenza, che forse sarebbe l’unico utile. L’ultima trovata è il piano astrale. Secondo una ricerca curata da Insurance Hotline e riportata da Virtualblog, è possibile stilare una classifica di pericolosità stradale in base al segno zodiacale che condizionerebbe il modo in cui ci si rapporta con la fauna automobilistica e con l’arredo urbano. Il tutto supportato da anni di statistiche che fanno della bilancia il più debosciato dei segni (come pilota si intende).
Lo studio non si è fermato ai meri numeri, ma ha anche delineato le caratteristiche dei 12 profili astrologico-stradali. Io me li sono letti e ho provato ad immaginare un breve tratto di autostrada in cui, per il destino baro, si venissero a trovare contemporaneamente 12 veicoli condotti da tutti i rappresentati dello spettro zodiacale.
La titubante bilancia, non prende mai una decisione chiara e ponderando con calma sul da farsi, traccheggia tra una corsia e l’altra occhieggiando con le frecce manco fosse natale (lo fosse). Nel mentre, sopraggiunge un acquario a 220 col gomito fuori, tronfio come un ippocampo e impulsivo come una murena. Sfanala come un marconista sulla sua torre, ma i lampeggi sono indistinguibili perché la sua auto tunizzata è una palla di luce tra neon colorati e scritte powerd by. Frattanto un ariete camionista esce in sorpasso nonostante l’acquario palla di luce, anzi, siccome l’acquario palla di luce. L’ariete si muove con autorità, protetto dalla legge, quella dell’impenetrabilità dei corpi. A poca distanza da questa pirotecnica orgia di luci, suoni, velocità e forza bruta, rotola un pesci sognante che trae motivo di romantica distrazione perfino dalla cementosa noia del new jersey, rischiando di finire contro la seconda casa (cantoniera). Sbadatamente sorpassa uno scorpione momentaneamente rallentato dal cambio cd. Accortosi dello smacco, al velenoso aracnide va il sangue ai fendinebbia e, premuto il tasto della velocità smodata, si lancia all’inseguimento attivando i rostri laterali squarcia lamiera.
Un cartello luminoso di segnalazione indica un pericolo sulla carreggiata, lampeggiando di rosso. Pessima scelta, per il toro al volante. Nessun problema invece per il sagittario, che guida col piglio del collaudatore. Parla al telefono con due persone agli auricolari e una al vivavoce, mentre regola la stazione radio, programma il palmare e aggiusta la traiettoria di curva con un colpo di alluce. Appena in tempo per evitare un capricorno che ha visto il cartello della sua uscita e da quel momento null’altro più esiste nel suo campo visivo e se proprio esiste, si sente in diritto di prendersela a male. Fortuna che la vergine, seduta a 4 millimetri dal volante, guida in preda a un costante nervosismo da attenzione. E’ capace di sbattere le palpebre due volte sole in un viaggio di seicento chilometri (ai caselli) e di inchiodare per evitare una famiglia di stercorari in gita.
Un povero cancro (che già non ha un nome proprio allegro) viene lampeggiato, sverniciato, suonato e infangato da un branco di pirati, ma lui sorride e prosegue la sua strada in una calma tibetana. Probabilmente sa qualcosa che noi non sappiamo. Altrettanto spensierato, il gemelli alla guida mangia, beve, legge, si fa la barba e si trucca (??) il tutto senza la minima traccia di cattiveria o senso di colpa. Per fortuna il generoso leone, condivide la sede stradale e rispetta ogni altra creatura del regno bitumato. Sarebbe perfetto, se non fosse costretto a viaggiare con un carrello tenda per trasportare il suo ego.

Strada facendo mi sono chiesto: visto che ci vogliamo affidare all’astrologia, perché non facciamo direttamente l’oroscopo? A questo punto la divinazione è la soluzione migliore:
“A che ora è nato lei?”
“Non so il primo orologio me l’hanno regalato alla comunione”
“Guardi non la possiamo assicurare, secondo il mago Zufus lei difficilmente uscirà indenne dal prossimo viaggio.”

A volte penso che dovrebbero inventare un’assicurazione che copra i danni causati dalle compagnie assicuratrici. Comunque, se volete far risparmiare i vostri figli in progetto, concepiteli in Novembre.

Technorati Tags: ,

8 commenti:

Federica ha detto...

Io sono cancro (me tapina!) e ti assicuro che sono molto poco placida alla guida (e non solo!). Tu non sei leone? In effetti mi è parso di scorgere il carrello tenda... :-)

cruman ha detto...

quindi questi farlocconi della insurance hotline ci prendono. Dicono che i cancro rimangono tranquilli qualsiasi cosa succeda.
Sta a vedere che devo chiedere lo sconto per l'rca

cruman

cruman ha detto...

ah come non detto ho letto male. quindi loro si sbagliano e io ho bisogno di dormire

Federica ha detto...

Se leggi bene, vedi che ci hanno preso solo al 50%.
E comunque i bene informati sanno che vale molto di più l'influenza dell'ascendente che quella del segno... Io tutte le mattine consulto il piano astrale prima di mettermi alla guida, e questo mi dà diritto a una pacca sulla spalla quando vado a pagare l'rca :-) (o il compiacimento dell'assicuratore sarà perchè ogni tot mesi riesco a far aumentare il premio??)

bobby ha detto...

"il gemelli alla guida mangia, beve, legge, si fa la barba e si trucca (??) il tutto senza la minima traccia di cattiveria o senso di colpa".
Io invece sono pieno di cattiveria, non solo quando guido. E per il trucco mi sto attrezzando.
Ah, il "marconista sulla sua torre" fa un po' Di Caprio, ma pazienza.

cruman ha detto...

al limite fa molto de gregori..."le lunghe dita celesti nell'aria"

cruman

inyqua ha detto...

Io naturalmente sono Bilancia...meno male che il 2007 si preannuncia un bell'anno per le Bilance (ed io, provvidamente, mi sono comprata una macchinina ipertecnologica che ripari alla cronica indecisione (ma quando mai?)

Essenza71 ha detto...

PISTAAAAAAAAAA!!!!! Vedo l' uscita e...mmmh ho l' ascendente bilancia...eh già..ma in questo caso esco o non esco...va bè...metto le quattro frecce e ci penso...:o)

PS: Mi appello al tuo post del 4 settembre ;o)