mercoledì 14 giugno 2006

Feci dei pensieri


Mi trovavo colà, ove ogni uomo esprime concretamente ciò che le proprie viscere elaborano e così, assito nella quiete piastrellosa del mio bagno, leggevo pigro le etichette avvolte ai flaconi transitanti per il piano della lavatrice. Divenendo edotto della necessità di consultare un medico in caso di ingestione e compiacendomi del fatto che i tensioattivi non siano ionici, ho esperito la curiosa concomitanza tra il liberasi di un peso e, nel medesimo istante (altrimenti non sarebbe concomitante) il prepotente insinuarsi di un dilemma nella mia mente….. Perché una nota e rispettata casa, produttrice di prodotti per la cura del mio corpo urgente di cure, dovrebbe assemblare e propormi uno shampoo antiforfora e uno antiforfora e antiricomparsa? Sul momento, in quella poco dignitosa posizione, la questione mi è sembrata di non facile soluzione. Come si pone l’utente medio desideroso di tergere il proprio cuoio capelluto liberandolo dal fastidioso sebo solitamente attratto dagli indumenti scuri, di fronte a una scelta del genere? Che cosa potrebbe spingerlo ad afferrare il flacone semplicemente antiforfora, rassegnandosi però alla ricomparsa del fenomeno antisociale? Facendo rapidi calcoli si può intuire che nemmeno un costo inferiore giustificherebbe l’opzione senza antiricomparsa. Ho provato a considerare casi in cui potesse rendersi necessario eliminare la forfora per un breve periodo, ma nulla sembrava poter essere concreto e ragionevole a sufficienza.
Non so per quale ragione, ma questo spunto ruppe una diga che arginava pensieri inutili quanto impossibili da scacciare. Ho posato il bottiglione 30% di prodotto in più di dixan marsiglia & talco campione contro le macchie (e ci mancherebbe altro, che mi vendete un detersivo schiappa contro le macchie? Quello deve fare) e ho lasciato che le domande si susseguissero nella mia mente, senza intramezzarvi risposte.
Perché fanno giocare Buffon in pigiama? E’ per una scommessa?
Perché mi ostino a guardare voyager se tanto non svelano un mistero che è uno, nemmeno quello che sta dietro alla messa in onda di quel programma? E perché, qualsiasi sia l’argomento trattato, tirano fuori Rennes le Chateau?
E poi, Roberto Giacobbo, perché gli UFO li cerchi nel grano?
Ma chi accidenti è Paolo Del Debbio? Quale ordine massonico/satanico l’ha nominato opinionista? Mi piacerebbe sapere la sua opinione su quello che dice.
Se settimana è femminile e fine è femminile, perché dicono tutti il fine settimana?
Chi ha ucciso Laura Palmer?
Ho comprato un boomerang difettoso, volevo riportarlo al negozio ma non lo trovo più.
Perché dovrei rivolgermi a cani e gatti come fossero esseri umani? Io non mi rivolgo nemmeno agli esseri umani come se fossero esseri umani.
Ho pensato a uno scrittore siciliano che firma un bastoncino: Verga verga verga.
I rapitori fanno i sequestri di persona perché degli altri non si fidano?
Se sotto i sedili degli aerei mettessero dei paracadute invece che dei salvagente, non sarebbe più facile sopravvivere a un’avaria?
Che fine hanno fatto il virus dei polli e la mucca pazza? E Ligresti?
Perché, mio Dio, perché mi hai reso consapevole di non essere l’autore della resa in prosa di “Stette la spoglia immemore” con “Dove ho messo il mio reggiseno?”. Se proprio hai dovuto farla scrivere a qualcun altro, non potevi tenermela nascosta?
E sempre tu, mio Dio: io ti ringrazio di aver fatto nascere Carver, ma si avvertiva proprio la necessità di Mazzocchi?
Come possiamo convincere il mondo che il calcio italiano è pulito se Iaquinta gioca in nazionale?
Perché in Italia una donna alcolizzata, criminale, sfruttatrice della prostituzione, ma fertile, è considerata in grado di crescere dei figli, mentre una sterile anche se nobel per la pace, filantropa, integerrima, affettuosa, plurilaureata, deve passare 20 anni a cercare di dimostrare di esserne in grado per vedersi poi affidare un orfano quando ormai sta redigendo il testamento?
Perché ogni quindici giorni ci dicono che un oggetto o una sostanza che usiamo regolarmente da anni provoca il cancro e non ci dicono mai che cosa provocano le medicine che usiamo?
Ma Pavarotti, ha paura a cantare da solo?
Perché il Dott. Costa parla dei motociclisti (cioè miliardari che vivono facendo ciò che li diverte di più) come eroi da epopea omerica, mentre se vai tu, operaio dell’ansaldo, dal Dott. Costa con la radiografia dell’omero, se ti va bene ci fa un areoplanino?
Il fatto che chiunque prima o poi sgraffi la carrozzeria della macchina è la dimostrazione che abbiamo tutti una parte femminile?
Non per sminuire il lavoro di Kant, ma il culo della Hunzicker non basta come dimostrazione a posteriori dell’esistenza di Dio?
Ma soprattutto….
Qualcuno viene ad aiutarmi che mi si sono addormentate le gambe e non riesco ad alzarmi?

Technorati Tags: ,

20 commenti:

Silvia ha detto...

Davvero Cruman, idolo davvero! E son convinta che nel momento del bisogno qualcuno una volta ancora un'ultima volta per tutte prima o poi (o durante) mi dirà a che genere affidare il sostantivo plurale "COMPONENTI", se a maschio, a femmina o ad Amanda Lear! :) (vd. post del 21 marzo, "una volta per tutte...")

inyqua ha detto...

(aggiungere alla lista) Com'è che su questo blog commentano solo donne?
P.S. 'Vorrebbi ' davvero un post al giorno che, come dice l'adagio, toglie il medico di torno (che la mela oramai è diventata una di quelle cose che provocano il cancro...)

cruman ha detto...

Si vede che tutti gli uomini sono impegnati a guardare i mondiali, ruttare e lasciare calzini in giro.
Chissà se essere del cancro è cancerogeno.
Cito a memoria Kevin Ash:
"Componenti" fa parte di quel genere di parole di cui è meglio non parlare.

Silvia ha detto...

Grazie Cruman! Al bisogno sai sempre essere efficace :)

inyqua ha detto...

essere del cancro è un atout...possiamo tranquillamente classificare i maschi in 'categorie' ampie come i segni zodiacali....(per le femminucce tutto cambia, è la Luna che le avvolge...)...fra queste i cancerini son dei bijoux.
Ma tu non sei senz'altro un Cancro...:-)))

cruman ha detto...

Come disse Woody Allen, le due parole più belle da sentirsi dire non sono "Ti amo", ma "E' benigno".

lo schiaccianoci ha detto...

cruman... di fronte a tale saggezza mi si sono essiccate le parole in gola... sei un grande! :-D

oddio... io sono del cancro! °L°

inyqua ha detto...

Ma Cruman sta per Cruel man?

cruman ha detto...

no, ho messo una chat box nella home page per le cose off topic. Questa frase dovrei sbatterla in faccia alla mia insegnante di inglese delle medie!!

inyqua ha detto...

Ah ok, deve essere un sì....:-))))

cruman ha detto...

Ehmm non so se hai notato ma la frase cominciava con NO...mi verrebbe da dire...quale parte di "NO" non ti è chiara? :)
Se davvero do l'impressione di essere uno che si mette come nick cruel man, ti prego di porre fine alla mia esistenza tramite caritatevole colpo alla nuca.

StarSailor ha detto...

Ho resistito fino all'ultimo ma dopo questo post e soprattutto dopo il tag di technorati "cesso" :))) mi ritrovo costretto ad aggiungerti al mio blogroll! ;)

Franc.

PS: ma sei ancora seduto al pc o t'hanno aiutato ad alzarti?

cruman ha detto...

ehmm forse dal post non si evince chiaramente, ma non ero seduto al pc, ma al wc (che non è un windows computer). Comunque obbligato per la notifica di apprezzamento.

StarSailor ha detto...

Ahahaha! Vero! Però fino alla televisione in bagno ci arrivavo. alla radio in filodiffusione da ascoltare seduto sul trono pure... :))

postatore sano ha detto...

MINIMA STORIA ZEN
Il barbiere Po-San, defecando col notebook appoggiato sulle ginocchia e connesso a sbafo alla wlan del vicino, meditava sull'inquietante picco di commenti registrato da questo post coprofilo. Dopo tre ore e mezza qualcuno bussò alla porta del cesso, allora Po-San fu illuminato.

Polinauta ha detto...

Troppo bello questo post. E' entrato nella mia top ten. Bravo!
Eppoi sei riuscito a parlare di un sacro momento della giornata a cui anche io dedico molto tempo e pensieri. E non ti dico io come me le ritrovo le gambe poi.

mary.clo ha detto...

Ciao, sono semi nuova della rete, e quindi probabilmente farò un poco di casino, ma siccome sono già passati alcuni giorni da quando ho letto questo post vorrei togliermi la preoccupazione: ti hanno aiutato ad alzarti?
Ti assicuro che, per quanto ne capisca, è un post fantastico, soprattutto il titolo.

cruman ha detto...

no...sono uscito strisciando :)

carlogladio ha detto...

si vede,si sente:é un blog con la puzza sotto al naso!farsi seghe mentali sui massimi sistemi aiuta la defecatio?ecco ti ho posto un altro quesito;mentre ci pensi ti saluto e....complimenti.p.s.Posso dire alla mia ragazza che il tuo pezzo é roba mia?

cruman ha detto...

solo se condividi con me i vantaggi che ne trarrai ;)

cruman