lunedì 16 luglio 2007

Passo in rassegna stampa


In barba ai maligni e ai superbi, la mia rassegna stampa scintillerà. Questa seconda uscita della mia rubrica di informazione, vede la luce grazie a quelli che non ci credevano. Non saprei come fare senza la vostra mancanza di fiducia. Ecco quindi le fondamentali notizie che, ultimamente, ci hanno distratto da ciò che realmente accade nel mondo:

USA – Grazie a studiatissime falle nei sistemi di sicurezza internazionali, un esperto di computer altoatesino (lo hacker) è venuto in possesso del manoscritto del settimo capitolo della saga di Harry Potter. Secondo indiscrezioni i giovani protagonisti non sono riusciti a trovare un incantesimo in grado di fermare l'incedere dell'età e di conseguenza l'andamento ondivago degli ormoni. Pare infatti che in quest'ultima avventura lo stregoncino si dedichi alle meno nobili arti del sollazzo delle membra. Evidentemente qualcuno deve avere male interpretato l'affermazione secondo cui Harry Potter sia in grado di fare magie con la sua bacchetta. È in uscita, allegato al libro, anche un manuale d'uso per i genitori che spiega come rispondere alle prevedibili domande dei bimbi incuriositi dalle nuove formule alchemiche. Il modo migliore per giustificare l'arrossamento della pelle dei protagonisti è dire che hanno il magone a causa dello struggente romanticismo.
Frattanto serpeggia preoccupazione per l'arrivo dei nuovi gadget a tema.

Narmouthis – Scoperta da ricercatori dell'Università di Pisa, una pista da bowling dei tempi dei faraoni. Il rinvenimento assume un'importanza particolare alla luce del fatto che l'attività ludica ebbe vita breve tra il popolo egizio (che si distingue da quello egiziano per l'età) a causa di una fastidiosa controindicazione: le palle piramidali rovinavano tutto il parquet. Comunque lo stesso Ramsete III non superò mai la media di 108 punti.

Torino – Dopo il lancio della nuova 500 (non si ricorda tanto rumore per una cosa così piccola dalla scoperta dell'atomo) la Fiat sbandiera trend positivi come se piovesse. Il fatto che il trabiccolo costi come lo stipendio annuo di un operaio è giustificato da quel vezzoso meccanismo che rende una cosa che 30 anni fa era scrausa, un fenomeno alternativo molto di tendenza. Doverosa precisazione: il rapporto con lo stipendio da operaio è riferito a un lavoratore italiano. Se prendiamo ad esempio un operaio polacco (che la 500 la costruisce), di anni di lavoro ne servono quasi tre. I cittadini italiani, soddisfatti dell'utile dell'azienda torinese, stanno cominciando a chiedersi se sia possibile riavere almeno una parte di ciò che è stato versato per sostenerla.

Roma – La notizia dell'avviso di garanzia a Romano Prodi ha attraversato l'Italia e la schiena del Primo Ministro. Il presunto legame con il comitato d'affari che gestiva milioni di finanziamenti europei, sta tutto in un'utenza telefonica dai tabulati truffaldini. Fortunatamente il buon Romano ha potuto negare ogni addebito dimostrando che quell'utenza non è più intestata a lui dal 2004, ma a Palazzo Chigi. Gli italiani tirano un sospiro di sollievo, almeno quelli che non sanno che Palazzo Chigi è la sede del governo.

Pamplona – Un torero spagnolo è stato incornato da un grosso bovino che, alla decima banderillas piantata nella schiena, si è leggermente insolentito e, dopo aver dichiarato in perfetto catalano “mo' m'hai scassato” ha umiliato la virilità del torero entrando di testa sulle di lui pudenda. Con la mancanza di un toro morto e con il torero sotto i ferri per un delicato intervento ai testicoli, il ristorante adiacente l'arena ha servito brodo di pollo.

Londra – Il Financial Times ha pubblicato un articolo che descrive il Bel Paese (l'Italia non il formaggio) come un paese di veline e donne nude. La causa di questa mercificazione di genere viene attribuita alla scarsa presenza femminile nei posti di potere imprenditoriali e amministrativi. L'onorevole Santanchè, raggiunta dalla notizia mentre presenziava all'inaugurazione della stagione del Billionaire, si è detta sdegnata ed ha dichiarato che non lascerà cadere queste insinuazioni offensive d'oltremanica e che, appena finito il martini e recuperato il reggiseno, prenderà le adeguate contromisure diplomatiche. Nel frattempo, milioni di lettere di protesta, provenienti dall'Italia, hanno travolto la redazione del famoso tabloid inglese. Quasi tutte lamentavano il fatto che nell'articolo non fosse specificato dove esattamente si trovassero tutte queste donne nude.

Roma – Dopo l'ennesima strage sulle strade causata dall'alcol, dalla stupidità e dalla incompetenza, scendono finalmente in campo i politici. Per non deludere le aspettative i nostri amministratori si sono concentrati sull'aspetto fondamentale della questione: i soldi. La prima e ferma risposta è stata infatti: “aumenteremo le sanzioni”. Ovviamente questo dissuaderà gente ubriaca come scimmie che nemmeno ricorda il proprio nome, dall'investire altra persone. Comunque l'innalzamento delle multe fino a 6.000 euro, in sinergia con la restituzione ad oltranza della patente, creeranno un gettito di entrate tali da poter mandare in onda l'isola del tesoretto 2. Tanto per non rendere vana la morte di migliaia di innocenti. L'educazione e la prevenzione, sono state viste sfrecciare lontano, in direzione opposta... alla nostra.

Roma – Corre sugli stessi binari (morti) la depenalizzazione dei reati di alterazione alimentare. Da oggi in poi chiunque potrà mettervi in tavola carne di maiale al cromo vanadio, pesce al parassita, acqua minerale al cloroformio, tè al piombo (se volete quello senza piombo dovete prendere il tè verde) ed altre specialità del genere senza incorrere in conseguenze penali, ma solo amministrative... cioè multe. È fatto persino divieto agli organi di stampa di diffondere notizie allarmistiche in merito a cibi alterati (anche se vere). Al Ministero della Salute si dicono tranquilli e fiduciosi, anche se, qualche sospetto, l'ha destato il fatto di vedere gli addetti al dicastero bere acqua piovana.

Technorati Tags: ,

8 commenti:

Fard Times ha detto...

Una curiosità sulla 500: ma se l'operaio polacco che la costruisce spende il suo stipendio di tre anni per acquistarla, non gli conviene tenersi quella che ha costruito (suppongo) in molto meno tempo?

cruman ha detto...

che je frega all'operaio polacco, c'ha già la trabant!

ABS ha detto...

Peccato per l'esito della corrida. Spero che un giorno al ristorante servano direttamente i toreri, o i loro gioielli di famiglia.

cruman ha detto...

magari i toreri no, ma almeno una cistifellea!

Pippo ha detto...

Caro Cruman
Dopo attenti studi e opportuni esperimenti, penso che l'ordinaria rassegna stampa vada fatta in solitario, in un localetto discreto e appartato munito di opportuna apparechiatura ad acqua fluente che suggelli l'uso finale più appropriato del prodotto.
Fortunatamente c'è Hillmann che quando dice qualcosa può farcela dimenticare
L'unica stampa che rassegno volentieri è quella di Topolino e avidamente, quella che mi inviano i supermercati con i ribassi dei prodotti vitivinicoli.
Cosa vuoi, da qualche tempo cerco in tutti i modi di elevare il mio patrimonio culturale.
Ma ti prego Hillman! continua a dirmi qualcosa: ne ho bisogno !

cruman ha detto...

non ho ben capito (saranno i tuoi farmaci) non vuoi più la mia rassegna stampa??
non dirmi così che ci rimango male

Pippo ha detto...

Per l'amor di Dio Cruman qualunque cosa fai dire a Hillman mi va sempre bene, anzi benissimo: continua cosi.
E la autorassegna che mi deprime !

cruman ha detto...

ah meno male! se deludo pippo è finita. L'ho letto su topolino.