martedì 3 luglio 2007

Chi si rassegna stampa


Ma voi c'eravate quando c'erano le mezze stagioni? Io, da che ho memoria, sento dire che non ci sono più e un po' mi spiace. Mi sarebbe piaciuto vedere come sono fatte, chessò, "'no poco piove, 'no poco sciacqua" diceva un poeta romanesco. Avrei voluto capire quale metà si manifesta: che finché è un “aut” si può scegliere, ma se è un “unno” l'erba ne risente. Insomma a me questa sembra proprio una mezza stagione anche se non ne ho mai vista una faccia a faccia. Si avverte tra le gente, che ha un mezzo umore, tra il vacanziero disadorno e il depresso circospetto. Con questo stato d'animo di mezza stagione, mi rendo conto, si finisce a rimanere concentrati un po' su Novella 2000, un po' sulla guida tv. Indi per cui mi sono deciso ad inaugurare una stracciosissima rassegna stampa, per non farvi perdere troppo il contatto con la realtà e consentirvi di discettare del più e del meno, a stagione intera sopraggiunta, nel lasso di tempo in cui il prolasso dello stomaco vi impedirà di fare il bagno, ma non certo di andarci. La rassegna avrà una periodicità meticolosa, la prima oggi, le prossime se sento che me la sento. Come arguirete (si vede che tendete ad arguire) sin dalle prime notizie, raccoglierò solo i fatti di grande risonanaza mondiale.

Milano – Fabrizio Corona, di professione Fabrizio Corona, ha dichiarato di voler entrare in politica, perpetuando la tradizione secondo cui S.Vittore è l'anticamera del Parlamento. Accolta con moderato gaudio la notizia dell'abbassamento del livello medio di anzianità dei politici e anche del livello medio e basta.

USA – Jennifer Aniston, di professione Rechel, rende partecipe le disimpegnate agenzie internazionali del fatto che il suo nuovo fidanzato – Paul – dimostra capacità di profondere diletto a letto di gran lunga superiori a quelle che ha saputo esibire il suo precedente compagno Brad Pitt, di professione “esempio di bello che però 'a me non piace'”. Il buon Brad, che è un pezzo di pane (a Hollywood è noto come er mollica) ha commentato “se è per questo, Paul a letto è molto meglio anche di Jennifer”.

Siena – Il Palio di Luglio, manifestazione che sì, poveri cavalli, ma la tradizione è tradizione, è stato vinto da l'oca. Il PM Woodcock ha aperto un nuovo ramo dell'inchiesta vallettopoli.

Palermo – La maestra che fece scrivere 100 volte “sono un deficiente” a un alunno che vessava un compagno è stata assolta dall'accusa di “abuso di strumenti di correzione” (resi necessari dal fatto che “deficiente” era stato scritto senza “i”). L'accusa sosteneva che 100 volte non poteva considerarsi modica quantità e si prefigurava quindi l'ipotesi di spaccio di educazione. La docente rischiava due mesi di carcere e 25.000 euri, chiesti dal padre del giovin vessatore, come risarcimento per danni morali delineabili in problemi psichici riportati dal bambino a seguito della grafopunizione. I RIS di Parma hanno però dimostrato che le carenze intellettive erano antecedenti al trauma e probabilmente ascrivibili a tare desossiribonucleiche. La supplente precaria, che sostituiva la maestra durante il processo, ha fatto trovare scritto sulla lavagna, cento volte, “non me ne va bene una”.

Roma – Il Parlamento compatto e risoluto nell'affrontare i disagi del Paese, ha elaborato in armonica sintonia, un progetto di legge, tappa dell'evoluzione umana, che ha riportato la fiducia nelle istituzioni tra la gente che qualche dubbio covava, in merito a soldati spersi in Libano, legge elettorale, tasse, pensioni, sicurezza e terrorismo. La legge in questione (ponderata e sostenuta da 151 parlamentari) stabilisce una volta per tutte che i bambini tra i 5 e i 12 anni possono viaggiare in moto solo con seggiolini speciali e solo con i genitori. Altro che pedofilia, questi sono i provvedimenti per proteggere l'infante futuro del Paese. Il fatto che solo i genitori possano scorrazzare i bambini deriva dall'usanza nostrana della proliferazione delle violenze domestiche. Si mischia alla teoria partogenetica che appiccica l'etichetta di “responsabile ed affidabile” a chiunque sia in grado di moltiplicarsi, etichetta che gli sfortunati diversamente riproducibili, si devono guadagnare in anni di esami, valutazioni e giudizi. Ma non solo, questa legge darà anche una sgasata ai “dico” che ora coinvolgeranno anche la circolazione motorizzata. Caro pargolo, magari tuo zio è Valentino Rossi e tuo padre convive con un tasso alcolemico sbalorditivo, ma la sicurezza urbana, deriva dalla discendenza, non dalle capacità.

Cultura – Durante un inascoltabile dibattito sull'infibulazione, alcuni sostenitori di questa pratica che, sì povere ragazzine, ma la tradizione è tradizione, argomentavano la necessità dell'asportazione del clitoride, se si vuole garantire la corretta educazione morale dei giovani. A questa stregua, è lecito pensare che l'asportazione della lingua potrebbe essere un sistema acconcio per evitare di dire stronzate. In fondo la supremazia delle “culture” si vede da queste cose. Gli ebrei ci hanno provato:
“noi spacchiamo la pelle del pene dei bambini per farli diventare uomini”
“e noi strappiamo il clitoride delle bambine per farle diventare donne”
“mmmm ok, avete vinto”

Exeter (GB) – Alcuni ricercatori hanno dimostrato come il cervello dell'uomo impari dai propri errori. Per ora c'è il riserbo sull'identità dell'uomo in questione. Le ricerche sono durate diversi anni perché nei flussi di calcoli c'era un errore che falsava i risultati e nessuno ha capito come evitare di ripeterlo.

Milano – Alcuni vigili urbani, già vittime della rivolta cinese in Paolo Sarpi, hanno deciso di non farsi mancare nulla e hanno preso un certo numero di schiaffi anche da un gruppo di peruviani abusivi (nel senso di venditori non di peruviani) e ubriachi che per l'occasione, caso unico ma non originale, hanno copiato i cinesi. Questi stranieri vengono in Italia, ci rubano il lavoro e pure le soddisfazioni. L'urbano, intervistato in ospedale, ha dichiarato che continuerà ad impegnarsi per la convivenza civile tra i popoli. A telecamere spente ha poi multato la giornalista per domanda oscena in luogo pubblico. Viva l'urbano.

Roma – Una Panda in complessa manovra di retromarcia, ha urtato la Clio di proprietà del Presidente della Repubblica. L'anziana signora alla guida dell'anziana vettura è immediatamente scesa sostenendo di essere stata tamponata. Dalla Clio però sono fuoriusciti (pleonasmo militaresco) dodici corazzieri che hanno ripristinato la quiete e salvato il marito dell'anziana signora dalle di lei vorticose esortazioni a “fare qualcosa, invece di stare lì impalato”. La Clio ha riportato la rottura di un semiasse. L'autista della Panda ha chiosato piccata “be', anche io ho avuto una giornata di merda”.

Technorati Tags: ,

19 commenti:

benny ha detto...

ci si rassegna in stampa...

Anonimo ha detto...

Oi continuo qui.. ho dato uno sguardo al blog.. siete dei pazzi scatenati! Sono morta dalle risate solo leggendo le vostre presentazioni! :D
PS: Sono Giorgia di MC!

cruman ha detto...

benny non mi bruciare i titoli che userò per le prossime rassegne :)

cruman ha detto...

ciao giorgina che si fa chiamare gio (mamma mia quanto sono vecchio).
E' un piacere averti tra gli hillmaniani! Qui più che Mente Critica siamo Mente (in condizione) Critica!!

Anonimo ha detto...

Oi Cruman.. figurati, se vedessi la redazione in che stato versa! (non nel senso che è una bottiglia piena di liquido imprecisato che sta in obliquo sopra uno Stato)!
Ma come fai a sapere che mi faccio chiamare Gio???

cruman ha detto...

una che saluta con "oi" è ovvio che si fa contrarre il nome, un po' come una malattia.
No seriamente, tu devi essere gio anche nel senso di giovane perchè "giorgina che si fa chiamare gio" era la sigla di un telefilm francese per ragazzi che andava in onda circa 25 anni fa. si chiamava "la banda dei 5" erano 3 ragazzi una ragazza (gio) e un cane.
io ho locazioni di memoria utilizzate per cose davvero fondamentali.

Essenza71 ha detto...

Ok tutto quanto, ma non puoi (cioè puoi, ma...va be')sottolineare sarcasticamente il fatto che il bel Pitt “esempio di bello che però 'a me non piace'” non piaccia...uno che, come tu dici è soprannominato "er mollica" fa di un elemento un complemento...e nemmeno tanto oggetto! :-D
Splendido il pezzo sulla maestra e degno di approfondimento da parte tua (e di conseguenza nostra) il discorso sulle capacità genitoriali.

Giorgia ha detto...

Oi essì, sono Gio anche nel senso di Gio-vane (che non è l'assimilazione delle due abbreviazioni tra il mio nome e quello di una mia amica)..
precisamente, sono dell'86, quindi ovvio che quel cartone non l'ho visto! ;)
Sulle locuzioni della tua memoria non commento! ;)

cruman ha detto...

anche io evito di commentare la tua, visto che ti ho detto che era un telefilm non un cartone ;)

Neottolemo ha detto...

Ma solo per l'"aut" "unno" Bergononzoni dovrebbe prenderti a scrivere i suoi pezzi. Geniale.

cruman ha detto...

sarebbe meglio se lui scrivesse i miei. Così magari ogni tanto dormo! :)

Giorgio ha detto...

Ciao ragazzo,
Adesso devi riservare un ennesimo registro nella tua personalissima ed immensa area di memoria, per ricordare che di Gio ce ne sono due eheh.

Ti dirò che per una volta ho preso il post solo ed esclusivamente dalla parte ironica: niente "pensieri profondi" sui fatti politico-socio-culturali a cui fa riferimento.Ti prego di perdonarmi ma non ne avevo proprio voglia ;).

Bellissima la seguente battuta: "La supplente precaria, che sostituiva la maestra durante il processo, ha fatto trovare scritto sulla lavagna, cento volte, “non me ne va bene una”".
Anche quella sulla ricerca inglese è spassosissima :D.
Chiedo venia per la superficialità del commento.
Gio

Fard Times ha detto...

Ho notato nella vostra rassegna stampa un'imperdonabile mancanza: non c'è alcun accenno a cosa ha fatto oggi Paris Hilton.
Perché, ovunque sia, con chiunque sia, comunque sia e quantunque sia, quella anche oggi deve aver combinato (non nel senso di "lavorare", si intende) qualcosa di rilevante per un qualsiasi notiziario.
Quindi, per favore, visto che avete citato pure Corona, dateci un aggiornamento anche su Paris. O perlomeno un'immagine dell'Hilton...
Saluti e ... "complimenti per la trasmissione".

cruman ha detto...

abbiamo dedicato due interi post alla hilton e manco ci hanno offerto un we in un albergo di lusso! quindi da bravi giornalai prezzolati applicheremo l'omertà!

mariagrazia ha detto...

non ho capito che cosa c'entra Hillman in tutto ciò.comunque divertente è divertente.

cruman ha detto...

nemmeno lui si è fatto un'idea precisa di che cosa c'entriamo noi. ;)

cruman ha detto...

l'ho appena finita, va bene lo stesso del culatello?

Anonimo ha detto...

Oi ma che non hai capito che l'avevo fatto apposta per verificare l'attendibilità delle cose che dici?? ;)
Giò (valà, mi aggiungo l'accento così non ti confondi con Gio!)

cruman ha detto...

ero attendo, ho persino omesso (sono omesso obene) di sottolineare che hai scambiato locazione con locuzione. L'ho fatto ora: il re della preterizione!