giovedì 28 giugno 2007

Il blog che vanta innumerevoli tentativi di imitazione


Warning: il contenuto di questo post è altamente autoreferenziale, pertanto la lettura è consigliata a persone egoriferite o a chiunque altro non abbia di meglio da fare.

Che "ce lo dice hillman" sia diventato terreno di caccia per i plagiatori non mi dispiace punto. È in qualche modo sintomo del divenire trend setter (che non è un cane da caccia) e mi aspetto da un giorno all'altro di sentire Fiorello che ci imita, anche se in radio imitare un blog non è proprio semplice, ma lui è talmente bravo che potrebbe persino presentare San Remo (molto piacere). Quello che mi insolentisce è che la gente ottenga platee mediatiche internazionali grazie alle nostre idee, mentre noi stiamo ancora cercando di entrare nelle grazie del barbiere di Maria de Filippi. Ora vi descriverò qualche evidenza che ha fatto di un pugno di coincidenze, un'orgia di prove.
A pochi giorni dalla pubblicazione del pezzo di il Spaggio che accostava i SUV al dito più mediocre della mano, si è scatenata la corsa all'aumento spropositato delle tasse per possessori di enormi mezzi di trasporto compensatori di anaffettività. Fortunatamente, di lì a poco lo Postatore Sano scrisse il memorabile Fuck SUV FAQ in cui spiegava le ragioni dei poco amati macchinoni e degli autisti anche. In una settimana venne cancellata qualsiasi ipotesi di sovraimposta e fu persino proposto un premio in gettoni d'oro ai SUVdotati e un bollo ai pedoni.
Passò poi talmente poco tempo dal mio articolo sul fiume di informazioni riservate (nel senso di riservate a chi spia) allo scandalo delle intercettazioni Telecom, che in un momento intimo qualcuno ha sentito Tronchetti Provera dire ad Afef: “ma che cacchio è un cruman?”. Per non parlare della disamina sull'utilità della patente a punti, efficace come uno spazzolino da denti in marmo di Carrara, ripresa e documentata a un anno di distanza da l'espresso. O l'articolo sulle caratteristiche del numero 0: idea utilizzata da Stefano Bartezzaghi (gran figlio di enigmista) due settimane dopo sempre su l'espresso (in questo caso però il buon Stefano provò di non aver mai letto una riga scritta da me, infatti la mail che gli ho mandato l'ha fatta leggere a un amico). E quando tutti aspettavano tronfi il crollo del governo Prodi, solo CLDH osò dire “i governi non cadono mai” e poco contò, nell'economia della politica italiana, il fatto che il prode Romano si grattò fragorosamente gli ammennicoli. Al prode prude. Per finire in avvenenza, anche il lampione dei lucchetti dell'ammmore si accasciò come santa rita s'accascia, precipitando nel Tevere dopo l'uscita del post “un buon motivo per buttarsi a fiume”. Ma ora si è davvero varcato il segno. In tutto il mondo è rimbalzato il riverbero di una campagna sociale australiana basata sull'ipotesi (nemmeno tanto velata) che chi guida in modo sconsiderato e piratesco ce l'abbia di dimensioni ridotte. Nello spot si vedono delle donne che fanno il gesto di attrezzatura breve all'indirizzo di uomini veloci (pure). Questo è l'articolo apparso ieri sul corriere e questo è il post apparso in queste pagine quasi un anno fa: il mercato dei valori, in cui il concetto portante era “Tipo 2 punti in più sulla patente a chi, passando di fianco a un idiota motorizzato, gli rida fragorosamente in faccia facendo con pollice e indice il segno internazionale di una cosa corta”. Vi invito inoltre a leggere le ragioni che hanno portato alla messa in onda di questa campagna (che il corriere ha misteriosamente definito “choc”, io penso solo per attirare l'attenzione, una volta qui era tutta campagna choc): “Secondo John Whelan, portavoce dell'agenzia che ha prodotto il filmato, questa iniziativa sarà molto più efficace delle campagne choc del passato trasmesse dalle tv australiane che mostravano macchine distrutte e persone ferite [...] Profondo invece, secondo Whelan, sarà l'impatto che avrà la nuova pubblicità sull'orgoglio virile dei giovani australiani: «[...] Secondo i nostri studi, associando la guida spericolata alle piccole dimensioni sessuali, il messaggio antivelocità produrrà effetti positivi»” e rileggere poi le motivazioni presentate qui un anno fa: “Per esempio le stragi sulle strade. Le immagini delle lamiere contorte di automobili colpiscono solo chi già si fa scrupoli di suo. Penso che il tizio che passa imperterrito in mezzo all’autostrada sotto al cartello (dove solitamente c’è indicato il numero di persone che muore leggendo i cartelli) che descrive l’obbligo di usare la corsia più a destra, vada colpito nell’orgoglio, nei suoi valori costituenti. Bisogna tempestare i suoi programmi preferiti (buona domenica, la fattoria ecc.) con pubblicità dove si vede un automobilista tenere l’atteggiamento tipico dell’italiano celhopiùgrosso col gomito aerodinamico, con una voce in sottofondo (stile documentario di piero angela) che spiega che tale soggetto è molto probabilmente impotente ed è considerato socialmente utile ridergli in faccia ed evitare di accoppiarsi con lui
Ecco perché li chiamano ricercatori: perché fanno ricerche su internet. Comunque la causa è giusta e va dato atto che almeno qualcosa hanno provato a fare, visto che qui in Italia nessuno trova “choccante” che l'unico rimedio abbozzato dalle istituzioni alle stragi stradali è l'aumento delle multe.
Non fatevi ingannare (nello specifico da me): ho usato una vecchia tecnica da squalo azionario per farvi credere che questo blog sia equipollente a una quartina del nostro adamo e ora ve la spiego. Si telefona a 500 persone dicendo “guardi che le Canistracci oil saliranno” e ad altre 500 sostenendo la tendenza opposta. Poi si guarda che combinano le Canistracci (di cui ovviamente non sapevamo un accidenti) e si richiamo i 500 a cui si era detta la cosa giusta. A 250 di questi si dice un'altra farloccata a caso e il contrario di essa agli altri 250 e così via. Dopo un certo numero di reiterazioni vi ritroverete con, diciamo 62 persone e mezza convinte che voi siate un genio della finanza o uno con un culo sbalorditivo (cioè un genio della finanza). Quelle persone vi seguiranno ovunque, cosa che, peraltro, è piuttosto seccante.
Quindi, ricolmo di umiltà come sono, ma soprattutto per togliervi la soddisfazione di contraddirmi, ammetterò che non sempre CLDH fu profeta in home page. Per esempio una volta ho scritto che in Italia c'è un governo di sinistra, un'altra volta che i gay erano troppo avanti per voler fare una cosa antica come sposarsi. Ma forse, la cantonata più grande l'ho presa quando predissi la fine del mondo che, secondo i miei calcoli, avrebbe dovuto avvenire pressappoco ade

Technorati Tags: ,

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Canistracci oil? Anche tu ti sei riguardato Ricki e Barabba l'altro giorno, eh?
Scusa, non centrava (o c'entrava?) una mazza, è la mia nostalgia a parlare per me.
Aspetta... ma era Ricki e Barabba o un altro film?

Tati

cruman ha detto...

Guarda, non ho idea di che cosa tu stia parlando.
Comunque era "mia moglie è una strega". :)

Pippo ha detto...

Confesso di aver guidato una Jeep del 44, una Land Rover del 58, e una del 65 e di aver gioito come un bambino quando potevo rimettere il sedere perfino su una normale VW scarafaggio.
Ho percorso quasi due milioni di Km facendo il più possibile il bravo ragazzo.
P.S. Quando mi fermo davanti ad una pianta per.. ehm devo usare tutte e due le mani.
Tu che te ne intendi: è grave ?

cruman ha detto...

no, è normalissimo, con una ci si appoggia alla pianta e con l'altra si sostiene la minzione. Soprattutto se fino alla pianta ci sei arrivato grazie a un pieno di luppolo.
Io ho guidato solo l'AR76 che detto così sembra un velivolo, ma è semplicemente un gippone Alfa Romeo del 76 pesante come un bilico.

Graziella ha detto...

Ciao, sono una donna e adoro condurre la mia autovettura in spregio ai limiti di velocità. Ce l'ho piccolo? E nel caso, cosa? Tette piccole vale lo stesso? O è colpa di mio marito? Grazie a chi potrà aiutarmi, anche se ho il nome di una bicicletta.
Graziella

cruman ha detto...

grazie graziella eccetera eccetera

immagino che la campagna tenda a limitare un certo tipo di machismo urbano motorizzato. Se ti senti affetta da machismo per te la campagna non vale perchè dovresti già essere immune a causa dell'invidia del pene (io sono l'unico maschio che ne soffre).
Se invece ti senti ddddonna e guidi comunque come un criminale penso che il concetto possa traslarsi su ipotesi di frigidità, ma non ne ho ancora parlato con John Whelan. Prometto che ti terrò aggiornata.
piuttosto, come si fa il segno della frigidità?? mumble mumble

Comunque di a tuo marito che può stare tranquillo (almeno finchè non guidi tu).

Essenza71 ha detto...

Cruman sicuro non fosse in "ho sposato una strega" con Pozzetto la canistracci oil? Ammetto tutta la mia ignoranza e potrei facilmente confondermi....anche se di streghe trattasi :-D

Sarebbe carino che oltre ai pubblicitari e ai falsi autori(in quanto copioni) attingessero alle vostre idee anche i comuni mortali....vedi mai che ci si evolve?! ;o)
Grazie per il buonumore e le dovute riflessioni che solleticate ;o)

cruman ha detto...

mah guarda non mi ricordo bene...poi di cinema non so granchè...vado proprio a braccio ma..."mia moglie è una strega" (1980) di castellano e pipolo (padre snaturato di moccia) con renato pozzetto, helmut berger (che fa il diavolo Asmodeo) eleonora giorgi (Finnicella, che non fa l'attrice), renzo rinaldi e Lia Tanzi. Tra i personaggi di spicco l'alano (fusse stato frank sinatra).
"ho sposato una strega" (1942) è invece un film di claire renè tratto da un romanzo di thorne smith, ovviamente ambientato a salem.

ma ti dico, vado proprio a memoria, forse mi sbaglio ;)

Essenza71 ha detto...

Eheheh...ok mi svuoto un posacenere in testa e faccio mea culpa :-D

Sei unico!

benny ha detto...

io guido e son certa che sono gli altri a sbagliare.... ;)

felo ha detto...

Anche io ho tentato di plagiare, con il mio, il vostro blog ma purtroppo gli dei della scrittura e delle argomentazioni mi sono avversi...

cruman ha detto...

tranquillo, però se conosci la de filippi introducici ;)

Pippo ha detto...

Sono un po in ritardo: in vista della desertificazione del pianeta, mi stavo interessando per l’acquisto di cammelli per tutta la famiglia. Dal momento che all’appuntamento con il rappresentante del Dubay (come mi ha spiegato, si chiama cosi perché i maschi del paese ne hanno due come alcuni dei nostri) sono riuscito ad andare in macchina ma ho dovuto tornare a casa a nuoto, ho disdetto tutto.
E veniamo al dunque.
Come ti ho detto ho sempre fatto il bravo ragazzo per ca 1'900'000 Km.
In seguito alla tua osservazione sull’impiego delle due mani, sono riuscito a prendere contatto con il matematico della squadra di Rugby (quello che aveva calcolato la distanza di sicurezza posteriore per chi si china a raccattare il sapone da terra durante le docce collettive in trasferta) e mi ha confortato con dei calcoli complicati di cui qui di seguito riassumo l’essenza.
Aderendo al principio di John Whelan, moltiplicando la radice quadrata della somma totale delle fatture del carrozziere più gli oneri assicurativi più l’ammontare delle multe moltiplicati per il fattore SSP/V (severità dello sguardo del poliziotto/vigile) divisa per il numero di Km percorsi e per il seno della ragazza che vende i giornali al debarcadero (sembra che c’entri anche la trigonometria), applicando la legge di Boile-Mariotte e secondo il 4° principio della termodinamica dovrei avere il diritto ad una lunghezza penale, allo stato di riposo, di 246,3479 mm.
Quindi capirai perché non voglio corre il rischio di mettere le scarpe ad asciugare al sole tutte le volte che……. Non so se mi spiego.

cruman ha detto...

discreto pippo, mi permetto di farti due appunti veloci: scrivi
"l’ammontare delle multe moltiplicati per il fattore SSP/V (severità dello sguardo del poliziotto/vigile) divisa per il numero di Km"

è importante la divisa? e se sì va bene quella del vigile o va trasformata in euro?

e inoltre: la legge di boyle-mariotte non è forse quella che stabilisce il volume di una flatulenza in base alla di lei pressione? e se sì, è quindi grazie al famoso "rinculo" che le dimensioni in oggetto risultano accresciute?

il quarto principio della termodinamica me lo sono perso, ho finito le scuole troppo in fretta. Del resto ero già il più migliore, sopratuto il itagliano.

In definitiva, io non sono sicuro che le dimensioni ridotte degli scapestrati comportino necessariamente dimensioni asinine per i buonsensati. Ciò implica che uno può essere cauto e microdotato, il che potrebbe spingere qualcuno a pensare "tanto vale che faccia lo spericolato".

mah

Pippo ha detto...

Caro Cruman
Per tagliare la testa al toro, mi sono munito di adeguati strumenti di misura, sono rimasto un po' mortificato e ho provato: con qualche accorgimento ci riesco anche con una mano sola.
Ma sono lo stesso un bravo ragazzo.
Il toro era li ad aspettare poveretto, ma la testa non ho avuto il coraggio di tagliargliela.
Mi sono informato: il 4° principio della termodinamica e quello con cui viene calcolata anche la desertificazione del pianeta.
Perdonanmi!
Una stretta di mano e alla prossima.